L'Haloterapiagrotte_di_sale_torinojpg

"La terapia del sale, haloterapia è l'assorbimento di particelle saline attraverso l'esposizione a microclimi quali spiagge in località di mare (idrohaloterapia), grotte salmastre e miniere di sale (speleoterapia e antroterapia) o altri microclimi simili naturali o realizzati artificialmente, con vari metodi in locali confinati, nell'intento di ottenere un beneficio per la salute umana."

Caratteristiche

Tutti i mari della terra, in concentrazioni variabili contengono una serie di sali minerali e altri elementi indispensabili per la vita e utili per la salute umana. 

Le onde che si infrangono sulle rive di tutti i grandi mari originano una brezza sottilissima, ricca di questi oligoelementi, che viene definita comunemente salsedine marina

Tra le particolari caratteristiche del microclima di una miniera di sale vi sono la temperatura stabile dell'aria, l'umidità e la mancanza di sostanze inquinanti nell'aria, come pollini, un quadro di fattori univoco per ogni miniera. In profondità, la pressione dell'aria è anche significativamente maggiore del suolo che è stato trovato a beneficiare chi soffre di malattie respiratorie in studi condotti presso il Mar Morto che è sotto il livello del mare. 

I giacimenti naturali di salgemma minerale sono derivati da antichi laghi e mari evaporati e contengono soprattutto cloruro di sodio, ma anche concentrazioni variabili di altri sali minerali, come calcio e magnesio, manganese, solfati, aventi proprietà più o meno benefiche, a seconda della fonte d'origine.


Storia
Haloterapia deriva da una parola greca, Halos, che significa Sale.
I popoli che storicamente hanno vissuto intorno alle rive del Mar Mediterraneo hanno lasciato innumerevoli segni della presenza di stazioni balneari nate a scopo terapeutico

Ma anche negli altri continenti, popolazioni del tutto diverse tra loro hanno giovato delle ricchezze che il mare riesce a donare.
Nelle aree del pianeta molto interne e lontane dai mari, altri metodi hanno consentito di preservare il benessere e la salute. Ci sono registrazioni di un miglioramento della respirazione dei minatori in epoca romana e medievale. Il Dr Feliks Boczkowski studiando gli effetti curativi di bagni in acqua salata, scrisse nel 1843 che i minatori operanti nelle miniere di Wieliczka non soffrivano di malattie polmonari e il suo successore istituì un centro benessere sulla base di queste osservazioni.
L'uso moderno di questa terapia iniziò in Germania, quando il dottor Karl Hermann Spannagel notò il miglioramento della salute dei suoi pazienti dopo che si erano nascosti nella grotta carsica Kluterthöhle per sfuggire ai pesanti bombardamenti. 

È oggi praticato in luoghi come Bystrianska in Slovacchia, Solotvyno in Ucraina, e Wieliczka in Polonia (località vicina a Cracovia, sede della più lunga galleria di sale d'Europa, a 226 metri di profondità, che ospita un sanatorio).